logo
COME DONARE

QuBì – LIEVITO MADRE

0,00 € donated
0 Donors
qubi_villapizzone

Il programma QuBì è un intervento cittadino promosso da Fondazione Cariplo in collaborazione con

Fondazione Peppino Vismara, Intesa Sanpaolo, Fondazione Fiera Milano e Fondazione Snam, per

rafforzare la capacità della città di Milano di individuare le persone in povertà, fare in modo che

ottengano le risorse cui hanno diritto e promuovere, attraverso la collaborazione di pubblico e privato sociale, percorsi di miglioramento della condizione dei minori in povertà e delle loro famiglie. Il progetto intende in particolare: intercettare minori e famiglie in situazioni di disagio sociale ed economico, non ancora entrate in contatto con la rete territoriale; facilitare l’accesso alle misure di sostegno e ai servizi già disponibili nel sistema pubblico e privato cittadino; costruire risposte individualizzate di fuoriuscita dal bisogno e/o di miglioramento della situazione di partenza; promuovere azioni comunitarie, di coesione, con l’obiettivo di creare legami e relazioni significative che favoriscano la partecipazione delle famiglie alla vita di quartiere.

 

QuBì Villapizzone è il progetto che nel 2019/2020 ha raggruppato una rete di enti operativi sul

NIL Villapizzone, coordinati dalla Cooperativa Farsi Prossimo, per mettere in atto a livello territoriale le finalità individuate dal programma. A settembre 2020, in collaborazione con i Servizi Sociali comunali, le Scuole del territorio, le Parrocchie, il progetto ha già permesso di raggiungere 555 minori in situazione di povertà e 274 adulti e di realizzare moltissime azioni per i minori e le famiglie, di sostegno alla scuola, alla genitorialità. Il progetto ha attivato due operatrici di prossimità, che favoriscono il collegamento tra servizi del privato sociale e pubblici del territorio, ed è stato in prima linea nella gestione dell’Hub del Municipio 8 per la distribuzione alimentare in occasione del primo lockdown a seguito dell’emergenza sanitaria.

Ha permesso di sviluppare la collaborazione tra i centri d’ascolto parrocchiali e gli altri interventi a sostegno della povertà economica ed alimentare, dialogando infine e collaborando con progetti quali WeMi, i Custodi Sociali, e le altre azioni socioeducative sviluppate su altre progettazioni cittadine e di quartiere.

Insomma, due anni ricchissimi che ci hanno permesso di fare tanto e ci hanno insegnato molto, soprattutto a lavorare tutti insieme, meglio e in modo più efficace.

In questa nuova progettazione 2021/2022 continuiamo il lavoro di rete ponendoci le seguenti priorità:

  1. Cibo / Raccordo delle realtà di sostegno alimentare
  2. Orientamento ai servizi, alle misure di sostegno al reddito e alle opportunità territoriali
  3. Individuazione persone con vulnerabilità
  4. Attività di doposcuola e contrasto al digital divide

Attivazione di un tavolo tematico sui bisogni di apprendimento e riuscita scolastica, aperto anche a dirigenti e docenti.

  1. Tempo libero di qualità e accesso a sport e cultura

Attivazione di un tavolo tematico sulla povertà socio-culturale, per favorire l’accesso alle risorse aggregative, culturali e sportive da parte delle famiglie fragili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnati con *

Avviso – Iscrizioni per il prossimo anno
Sono aperte le iscrizioni per il prossimo anno 2020/2021 (sia le nuove iscrizioni sia le riconferme), ci stiamo preparando per continuare a garantire un servizio di sostegno ai genitori e ai ragazzi, studiando nuove modalità in questi tempi di emergenza. Per saperne di più chiama il numero del Centro Educativo 346 800 0555 dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 17.30.